SundaySW > Texts > Canto dei canti

1.1
Canto dei Canti del Re Pacifico.

1.2
Che mi baci con i baci della sua bocca
Perché il tuo amore è meglio del vino

1.3
Odoroso di profumi ottimi
Il tuo nome un olio versato.
Per questo le ragazze ti amano.

1.4
Trascinami, correremo dietro di te
Nell'odore dei tuoi profumi.
Il re mi ha introdotta nella sua stanza.
Esulteremo e gioiremo in te
Ricordando il tuo amore più del vino.
Giustamente ti amano.

1.5
Sono scura ma bella
Figlie di Gerusalemme
Come le capanne del Kedar
Le tende del Re Pacifico

1.6
Non badate se sono scura
Il sole mi ha guardata
I figli di mia madre
Hanno lottato contro di me
Mi hanno messa a guardia delle vigne
La mia vigna non l'ho custodita.

1.7
Indicami amato dalla mia anima
Dove fai pascolare
Dove ti sdrai a mezzogiorno
Perché io non vaghi
Dietro i greggi dei tuoi compagni.

1.8
Se non lo sai, bella fra le donne
Esci e segui le tracce dei greggi
Pascola le tue capre
Presso le tende dei pastori.

1.9
A una puledra di cocchio egizio
Ti ho paragonata, amica mia.

1.10
Di tortora le tue guance
Monili il tuo collo.

1.11
Tesseremo per te collane d'oro
Screziate d'argento.

1.12
Il re è sdraiato
La mia lavanda ha dato il suo profumo.

1.13
Un sacchetto di mirra
Per me la mia gioia
Resterà fra i miei seni.

1.14
Un grappolo di ligustro
Per me la mia gioia
Fra le vigne di Engaddi.

1.15
Come sei bella amica mia
Come sei bella
Di colomba i tuoi occhi.

1.16
Come sei bello, mia gioia
Splendente.
Fiorito il nostro letto

1.17
Cedro le travi delle nostre case
Cipresso il nostro soffitto.


2.1
Io la rosa dei campi
Io il giglio delle valli.

2.2
Rosa fra le spine
La mia amica fra le ragazze.

2.3
Melo fra gli alberi della selva
La mia gioia fra i ragazzi.
Mi sono fermata all'ombra del mio desiderio
Il suo frutto è dolce alla mia gola.

2.4
Mi ha condotta nella cantina
Ha posto in me il vessillo dell'amore.

2.5
Sostenetemi con focacce e frutta
L'amore mi ruba ogni forza.

2.6
La sua sinistra sotto la mia testa
La sua destra sta per abbracciarmi.

2.7
Vi prego figlie di Gerusalemme
Per le gazzelle e le cerve dei campi
Non destate o svegliate la mia gioia
Finché lei non lo voglia.

2.8
La voce della mia gioia
Eccolo arriva
Salendo fra i monti
Superando i colli.

2.9
Il capriolo la mia gioia
Il giovane cervo
Eccolo in piedi dietro il nostro muro
Guarda alle fessure
Attento all'inferriata.

2.10
Ora la mia gioia mi parla:
Alzati, affrettati
Amica mia colomba mia
Mia bellezza e vieni

2.11
L'inverno è passato
La pioggia ha smesso
Se n'è andata

2.12
Sulla nostra terra
I fiori sono apparsi
Il tempo dell'usignuolo è giunto
Si sente la tortora

2.13
Il fico ha fatto i grossi
Le viti aspre danno odore
Alzati amica mia
Mia splendida vieni

2.14
Mia colomba fra le fessure della pietra
Nelle cave di sasso
Mostrami il tuo viso
Fai risuonare la tua voce nelle mie orecchie
È dolce la tua voce, bello il viso.

2.15
Catturate per noi le volpi
Le piccole volpi che rodono le viti
La nostra vigna è fiorita.

2.16
Mia è la mia gioia
Io di lui che si nutre fra i gigli.

2.17
Finché il giorno spirerà
E le ombre si allungheranno
Ritorna mia gioia, assomiglia alla gazzella
Al cerbiatto sui monti della lontananza.


3.1
Nel mio letto stanotte ho cercato
L'amato della mia anima
L'ho cercato senza trovarlo

3.2
Mi alzerò e girerò per la città
Per vicoli e mercati chiederò
Dell'amato della mia anima
L'ho cercato senza trovarlo.

3.3
Mi ha incontrato la ronda che veglia sulla città
Non avete visto l'amato della mia anima?

3.4
Poco dopo di loro
Ho trovato l'amato della mia anima
Lo tengo stretto e non lo lascerò
Prima di averlo introdotto
Nella casa di mia madre
Nel letto di chi mi ha partorito.

3.5
Vi prego figlie di Gerusalemme
Per le cerve e le gazzelle dei campi
Non destate o svegliate la mia anima
Finché lui non voglia.

3.6
Chi è questa che sale per il deserto
Turbine di fumo
Fra aromi di mirra e d'incenso
D'ogni polvere di profumiere?

3.7
Ecco la portantina del Re Pacifico
Sessanta forti l'affiancano
Tra i più forti d'Israele

3.8
Tutti tengono la spada
Esperti nella guerra
Ognuno la spada alla gamba
Pronta alle paure della notte.

3.9
La lettiga il re l'ha voluta in legno del Libano

3.10
Le sue colonne le ha fatte d'argento
D'oro il pavimento di porpora il sedile
L'interno avvolto d'amore
Per le figlie di Gerusalemme.

3.11
Uscite figlie di Sion a vedere il Re Pacifico
Col diadema col quale l'incoronò sua madre
Il giorno delle sue nozze
Il giorno della letizia del suo cuore.


4.1
Come sei bella amica mia, come sei bella
Di colomba i tuoi occhi
Dietro il velo.
I tuoi capelli un gregge di capre
Sparse sul Galaad

4.2
I tuoi denti un gregge di pecore
Emerse dal bagno
Tutte con due gemelli
Nessuna sterile

4.3
Un nastro scarlatto le tue labbra
Dolce il tuo parlare
Come uno spicchio di melagrana
Le tue guance dietro il velo

4.4
La torre di Davide il tuo collo
Elevata fra i bastioni
Mille scudi ne pendono
Tutte le armi dei forti

4.5
I tuoi seni come due cerbiatti
Gemelli di gazzella
Che si nutrono fra i gigli.

4.6
Mentre spira il giorno
E le ombre si allungano
Mi volgerò al monte della mirra
Al colle dell'incenso.

4.7
Sei tutta bella amica mia
Nessuna macchia in te.

4.8
Scendi dal Libano sposa mia incoronata
Scendi dal Libano e vieni
Dalla cima dell'Amana
Dalle vette del Samir e dell'Ermon
Dagli antri dei leoni
Dai monti dei leopardi.

4.9
Mi hai incastonato il cuore
Sorella mia sposa
Mi hai incastonato il cuore
Con uno solo dei tuoi occhi
E un solo filo del tuo collo.

4.10
Come sono belli i tuoi seni
Sorella mia sposa
Meglio del vino sono i tuoi amori
Più di ogni aroma l'odore dei tuoi oli

4.11
Le labbra un favo che stilla, sposa
Miele e latte sotto la lingua
Incenso l'odore dei vestiti.

4.12
Un giardino perfetto
Sorella mia sposa
Giardino racchiuso
Fonte sigillata

4.13
Le tue acque un eden di melagrane
Con frutta degli alberi
Ligustro e lavanda

4.14
Lavanda e zafferano
Cannella e cinnamomo
Ogni legno del Libano
Mirra e aloe
Tutti gli oli perfetti

4.15
Fontana dei giardini
Pozzo di acque vive che sgorgano dal Libano.

4.16
Alzati aquilone
Vieni tramontana
Tendi il mio giardino
Gonfiane gli aromi.


5.1
Venga la mia gioia nel giardino
Mangerà i frutti dei suoi alberi.
Vieni nel mio giardino
Sorella mia sposa
Ho spiccato mirra e aromi
Ho mangiato il favo e il miele
Ho bevuto il vino e il latte:
Mangiate compagni
Bevete e ubriacatevi amici.

5.2
Io dormo e il mio cuore sta sveglio
La voce della mia gioia che bussa:
Aprimi sorella mia amica mia
Mia colomba mia pura
La mia testa è coperta di rugiada
I miei ricci di gocce della notte.

5.3
Mi sono tolta la tunica
Indossarla di nuovo?
Mi sono lavata i piedi
Sporcarli di nuovo?

5.4
La mia gioia ha messo la mano nella fessura
Il mio ventre ha tremato a sentirlo

5.5
Mi sono alzata per aprire alla mia gioia
Le mie mani hanno stillato mirra
Le dita piene di mirra che colava

5.6
Ho aperto per la mia gioia
Il catenaccio della porta
Ma lui aveva rinunciato
Se n'era andato
Quando ha parlato
La mia anima si è sciolta
L'ho cercato e non l'ho trovato
L'ho chiamato e non mi ha risposto.

5.7
Mi ha trovata la ronda che percorre la città
Mi hanno picchiata e ferita
Mi hanno preso il velo le guardie delle mura.

5.8
Vi prego figlie di Gerusalemme
Se trovate la mia gioia
Ditegli che l'amore mi ruba ogni forza.

5.9
Qual è la tua gioia fra le altre
Bella fra le donne?
Qual è la tua gioia fra le altre
Da scongiurarci così?

5.10
La mia gioia è bianca e rossa
Bandiera fra mille

5.11
La sua testa oro puro
I capelli montoni sparsi, neri come il corvo

5.12
Gli occhi colombe su ruscelli
Lavate nel latte e ferme presso onde piene

5.13
Le guance come aiuole d'aromi
Tessute da profumieri
Le labbra rose
Stillano mirra scelta

5.14
Le mani tornite d'oro
Finito in ametista
Il ventre avorio
Tempestato di zaffiri

5.15
Le gambe colonne di marmo
Salde su basi d'oro
L'aspetto come il Libano
Cedro scelto

5.16
La bocca dolcissima
Lui tutto desiderabile
Così la mia gioia, questa la mia gioia
Figlie di Gerusalemme.

5.17
Dov'è andata la tua gioia
Bella fra le donne?
Dove si è diretto
Dove lo cercheremo con te?


6.1
La mia gioia è scesa nel suo giardino
All'aiuola degli aromi
Per nutrirsi nei giardini e raccogliere rose.

6.2
Io della mia gioia
Mia la mia gioia
Si nutre fra le rose.

6.3
Sei bella amica mia
Bella e splendente come Gerusalemme
Tremenda come un campo schierato.

6.4
Distogli da me i tuoi occhi
Mi hanno affascinato
I capelli come il gregge di capre
Apparse sul Galaad

6.5
I tuoi denti come il gregge di pecore
Comparse dal bagno
Tutte con due gemelli
Nessuna sterile

6.6
Pelle di melagrana le tue guance
Sotto il velo.

6.7
Sessanta le regine e ottanta le concubine
Senza numero le ragazze

6.8
Una sola la mia colomba
La mia perfetta
Unica per sua madre
Scelta da chi l'ha partorita:
L'hanno vista le ragazze
L'hanno detta felice
Le regine e le concubine
L'hanno lodata.

6.9
Chi è questa che appare
Come un'alba che sorge?
Bella come la luna
Chiara come il sole
Tremenda come un campo schierato.

6.10
Sono scesa nel giardino del noce
Per vedere i frutti del fiume
E scorgere se fioriva la vite
Se i melograni gemmavano

6.11
Non ci ho badato
La mia anima mi ha turbata
Per le quadrighe del popolo nobile.

6.12
Torna ritorna donna di pace
Torna ritorna e guarderemo a te.


7.1
Cosa vedete nella donna di pace
Oltre il turbinio dell'accampamento?
Come sono belli i tuoi piedi nei sandali
Figlia di principi!
Le giunture dei fianchi gioielli
Opera della mano di un artista

7.2
L'ombelico una coppa di splendore
Mai vuota
Il ventre un covone di grano
Cinto da rose

7.3
I tuoi seni due cerbiatti
Gemelli di gazzella

7.4
Il collo una torre d'avorio
Gli occhi i laghi di Hesbron
Alla porta della Città delle Genti
Il naso la torre del Libano
Volta contro Damasco

7.5
La testa il Monte Rosso
Le sue trecce porpora stretta da catene.

7.6
Come sei bella e splendente
Amante nel piacere.

7.7
La tua altezza è simile alla palma
I tuoi seni i suoi grappoli

7.8
Ho detto: Salirò sulla palma
Mi stringerò ai suoi rami
I tuoi seni saranno i grappoli della vite
Il tuo odore quello delle mele

7.9
Vino ottimo la tua bocca
Va dritta alla mia gioia
Parola sulle labbra di chi dorme.

7.10
Io della mia gioia
Lui è sopra di me.

7.11
Vieni mia gioia usciamo nei campi
Fermiamoci negli orti

7.12
Ci alzeremo presto per la vigna
Per vedere se la vite è fiorita
Se la vite selvatica dà frutti
Se i melograni sono fioriti
Lì ti darò il mio amore.

7.13
Le mandragore hanno emesso il profumo
Ogni frutto alla nostra porta
Per te mia gioia ho tenuto
I nuovi e gli altri.


8.1
Chi può darmi te come fratello
Lattante al seno di mia madre?
Incontrandoti fuori ti bacerei
Nessuno mi svergognerebbe.

8.2
Ti stringerò e ti condurrò
A casa di mia madre, mi insegnerai
Io ti darò vino speziato
Il succo delle mie melagrane.

8.3
La sua sinistra sotto la mia testa
La sua destra sta per abbracciarmi.

8.4
Vi prego figlie di Gerusalemme
Non destate o svegliate la mia gioia
Finché lei non voglia.

8.5
Chi è questa che sorge dal deserto
Stretta alla sua gioia?
Ti ho svegliata sotto il melo
Lì partorì tua madre
Lì fu presa chi ti ha partorito.

8.6
Mettimi sigillo sul tuo cuore
Sigillo sul tuo braccio
L'amore è forte come la morte
La passione dura come l'inferno
Le sue luci vampe di fuoco e fiamme.

8.7
Acque infinite non spensero l'amore
I fiumi non lo sommergeranno -
Uno offra tutto il patrimonio
In cambio dell'amore
Lo disprezzeranno.

8.8
È piccola nostra sorella
Senza seno
Che faremo per lei
Quando la chiederanno?

8.9
Se è un muro
Costruiremo ripari d'argento
Se una porta
La salderemo con assi di cedro.

8.10
Io un muro
I miei seni torri
Ai suoi occhi sono quella che trova la pace.

8.11
Il Re Pacifico aveva una vigna
Nella Città delle Genti
La diede ai suoi custodi
Per il frutto ognuno dava mille argenti.

8.12
La mia vigna è davanti a me:
I mille a te, Re Pacifico
Duecento a chi ne custodisce il frutto.

8.13
Amica che vivi nei giardini
Amici ti ascoltano
Fammi udire la tua voce.

8.14
Fuggi mia gioia, sii gazzella
Cerbiatto sui monti degli aromi.